I cyberbulli? Ora li potete battere con uno "smile", e direttamente dallo smartphone. Tutto grazie a una nuova app pensata per aiutare gli adolescenti a comprendere, attraverso il confronto con un adulto di cui si fidano, se messaggi e materiali sospetti che ricevono sul proprio smartphone o tablet costituiscono una minaccia, sono l'avvisaglia di una situazione di bullismo, oppure sono innucui.

L'app, gratuita e facilissima da usare, si chiama Stop Bashing!, è stata sviluppata in partnership con l’ Association e-Enfance, associazione d’utilità pubblica francese, che si occupa di sicurezza in rete. L’associazione è patrocinata dal Ministero dell’Educazione francese, fa parte del network INSAFE (rete europea di cui Telefono Azzurro è uno dei punti di riferimento per l'Italia), ed è la referente nazionale per la lotta al cyber-bullismo.

Ma come funziona la app? Semplice.

Quando il bambino o il ragazzo ricevono sul proprio smartphone un contenuto o un messaggio sospetto, attraverso la app inviano una foto o un’immagine di una schermata allo smartphone dei propri genitori o dell'adulto di cui più hanno fiducia. L'adulto osserva il messaggio, valuta, e quindi risponde con uno "Stop Bashing smile":
- se il faccino dello smile è rosso: si, è bullismo chiedi aiuto al 114 .
- se lo smile è arancione: parliamone a casa.

- se lo smile è verde: non c’è bisogno di preoccuparsi, si tratta solo di uno scherzo.

In caso di emergenza, sempre attraverso l’applicazione, i ragazzi potranno rapidamente contattare i genitori, il servizio di Telefono Azzurro: 114 Emergenza Infanzia oppure le forze dell'ordine al numero 112.

I ragazzi inoltre possono condividere la app attraverso i social-media Facebook, Twitter, G+.
 

Scarica subito l'app "Stop Bashing"

dallo store google:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.stopbashing&hl=it

dallo store i-Tunes:

https://itunes.apple.com/us/app/stop-bashing!/id694158169?mt=8