Il tema della violenza tra adolescenti al centro di Accendi l’Azzurro 2013. Il 23 e 24 novembre tornano le candele solidali.

In genere è un qualcosa che capita all’uscita di scuola, o ai giardinetti pubblici, o in qualche via poco frequentata del quartiere. Oppure, peggio, avviene online, sulle bacheche dei social network.

Questo agire di nascosto è il volto più drammatico e doloroso del bullismo. Una violenza tra coetanei che rimane racchiusa tra solitudini, quella della vittima, quella del bullo, ma anche la solitudine angosciosa di

tanti genitori che di fronte al problema non sanno come intervenire, a chi rivolgersi per un aiuto.

Proprio per togliere il velo a questa situazione di disagio, che colpisce ogni anno decine di migliaia di adolescenti e ragazzi, Telefono Azzurro ha deciso di scegliere proprio “L’emergenza bullismo” come tema forte dell’ormai tradizionale weekend-evento “Accendi l’Azzurro”, che anche quest’anno, il prossimo 23 e 24 novembre, vedrà impegnati in oltre 1.300 piazze italiane gli operatori e i volontari dell’associazione.

Le giornate saranno infatti l’occasione per lanciare la grande campagna di sensibilizzazione nazionale di Telefono Azzurro sul tema del bullismo, e per raccontare a chi ci verrà a conoscere in piazza tutti gli strumenti e le iniziative che l’associazione mette in campo. Strumenti che hanno bisogno del sostegno e della generosità di tutti voi: in occasione della giornata potrete lasciarci una donazione che contribuirà a portare a sempre più ragazzi, scuole e famiglie i nostri progetti. Per ringraziarvi, vi faremo dono di una candela. Simbolo di una speranza che si riaccende nel cuore di ogni ragazzo che aiutiamo a uscire dall’incubo del bullismo.