5 maggio: anche Telefono Azzurro celebra la Giornata Nazionale per la Lotta alla Pedofilia


 

Domenica 5 maggio è la Giornata nazionale per la lotta alla Pedofilia e Pedopornografia. Telefono Azzurro accende i riflettori su una terribile forma di violenza in costante crescita e presenta gli ultimi dati delle sue linee di ascolto e la chat. In aumento vertiginoso anche la ‘cyber pedofilia’: l’adescamento online fa segnare infatti un più 10% rispetto al 2008. “Numeri impressionanti di un fenomeno drammatico, così come drammatiche sono le conseguenze per i bambini abusati” come dichiara Ernesto Caffo Presidente di Telefono Azzurro

 

Davide, 17 anni, contatta Telefono Azzurro per trovare qualcuno con cui parlare. Davide sta male, soffre spesso di attacchi di panico e fatica a fare una vita normale. Trovando ascolto nell’operatore, Davide inizia ad aprirsi ed un giorno racconta di aver avuto «un’esperienza orribile». Un conoscente, con cui Davide passava spesso il tempo, lo ha molestato. Molestie sessuali che sono iniziate quando Davide aveva solo 12 anni. Davide è uno dei tanti casi di bambini abusati da persone insospettabili, persone vicine al bambino che spesso viene lasciato solo.

Nel periodo che va da gennaio a dicembre 2012, i casi di abuso sessuale e pedofilia gestiti da Telefono Azzurro attraverso la linea 1.96.96, il numero di Emergenza Infanzia 114 e la chat sono stati 173. Il fenomeno, nel suo complesso, sta registrando un aumento proprio in età adolescenziale: la percentuale di adolescenti vittime di abusi sessuali è passato dal 13,4% nel 2009 al 22,3% nel 2012.

Dalla ricerca di Telefono Azzurro emergono anche altre novità:

  • Un numero considerevole di segnalazioni riguarda la categoria “altro abuso sessuale”, comprendente per lo più casi di adescamento on-line, che hanno registrato un aumento del 10% dal 2008 al 2012. Sebbene anche per questa tipologia di abusi il responsabile sia prevalentemente un familiare, molti adescatori sono soggetti estranei alla vittima o amici/conoscenti. Questo dato sottolinea ancora una volta i pericoli che si nascondono online, se usato dai giovanissimi in maniera incosciente e non monitorata da un adulto.

  • La percentuale di abusi su bambini e adolescenti stranieri risulta in progressivo aumento, (dal 9% nel 2011, al 19% nel 2012).

Ma i trend registrati da Telefono Azzurro sono solo la punta dell’iceberg di un mondo inquietante molto più ampio. «L’abuso sui bambini e adolescenti è un fenomeno che tende a rimanere sommerso e che in Italia non è sufficientemente monitorato. Come è ormai noto, la maggior parte degli abusi sessuali vengono messi in atto, in oltre l’80% dei casi, da persone conosciute, per lo più appartenenti al nucleo familiare. La pedofilia rappresenta però un fenomeno in costante evoluzione che va monitorato: oltre al coinvolgimento delle donne come responsabili, va monitorato il crescente numero di violenze sessuali commesse da adolescenti a danno di coetanei, così come il dilagare del fenomeno dell’adescamento online» commenta Ernesto Caffo, Neuropsichiatra infantile, Professore Ordinario dell’Università di Modena e Reggio Emilia e Presidente di SOS Il Telefono Azzurro ONLUS.

 

Per non dimenticare le tante vittime di abusi sessuali nell’infanzia e nell’adolescenza e per sensibilizzare ad azioni concrete di prevenzione, Telefono Azzurro promuove la Giornata nazionale per la lotta alla Pedofilia e alla Pedopornografia, che si terrà domenica 5 maggio.

Perché parlarne è il primo passo per sconfiggere la pedofilia.