Il presidente di Telefono Azzurro, Ernesto Caffo, parteciperà all’inaugurazione del 63° anno accademico della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium, in calendario mercoledì 8 novembre a Roma.

Alla presenza di docenti, studenti e personale tecnico ausiliario, l’evento sarà aperto dalla celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti. Quindi, dopo la relazione della preside Pina Del Core relativa all’anno accademico precedente, è prevista, appunto, la prolusione del presidente Caffo dal titolo «Vivere ed educare in una società connessa: opportunità e rischi della Rete. Quali interpellanze per la formazione degli educatori?». Un tema particolarmente caldo nelle linee d’azione di Telefono Azzurro, che si colloca peraltro in un contesto nel quale iniziative parallele sono in agenda ed i cui sviluppi tengono conto di una realtà, quella digitale, che inevitabilmente implica una riconfigurazione dell’approccio tradizionale volto alla tutela dei bambini ed alla loro educazione. Tra queste, è necessario menzionare la conferenza internazionale “Child Dignity in the Digital World”, svoltasi ad ottobre presso la Pontificia Università Gregoriana e conclusasi con il lancio della Dichiarazione di Roma, un documento programmatico che detta le linee guida per il futuro, con il contributo di Telefono Azzurro e di altri importanti soggetti coinvolti. In secondo luogo, da richiamare l’e-book di Telefono Azzurro, Il Nostro Post(O) Nella Rete, una guida, una bussola per orientarsi in rete e poterne cogliere  rischi, prospettive ed opportunità. 


A chiudere l'evento, la proclamazione a docente emerita della professoressa Piera Cavaglià e l'apertura ufficiale dell'anno accademico 2017-2018 da parte della vice Gran Cancelliera della facoltà, Madre Yvonne Reungoat.

Il programma completo dell'evento è disponibile qui.