Un segnale positivo da parte delle Istituzioni, un’azione concreta, che Telefono Azzurro, impegnata ogni giorno nella gestione di richieste di aiuto, ha sempre sostenuto con forza. L’insediamento dell’Osservatorio per il contrasto della pedofilia e della pornografia minorile, di cui Telefono Azzurro fa parte, è un importante passo avanti verso la prevenzione e il contrasto del fenomeno dell’abuso e dello sfruttamento sessuale dei minori. L’Osservatorio, ricostituito dal ministro Maria Elena Boschi, intende acquisire e monitorare dati e informazioni relativi alle attività, svolte dalle pubbliche amministrazioni, per la prevenzione e la repressione del fenomeno. Al momento i dati disponibili, infatti, sono frammentari e non esaustivi: questo aumenta la quota di “sommerso” che, come Telefono Azzurro denuncia da anni, ha dimensioni allarmanti ma poco visibili. Uno studio di questo fenomeno e un’analisi dei fattori coinvolti, da un lato, e una collaborazione tra terzo settore, servizi del territorio e Istituzioni, dall’altro, sono gli unici strumenti in grado di offrire una soluzione ai tanti casi di violenza sessuale e pedofilia che purtroppo ancora coinvolgono tanti bambini e adolescenti.