Carte e convenzioni


La Convenzione ONU

 

La Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia

La Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia è stata approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989 a New York; la data coincide con un duplice anniversario: la dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (1789) e la Dichiarazione dei Diritti del Bambino (1959).
Essa rappresenta il più importante tra gli strumenti per la tutela dei diritti dei bambini.
La Convenzione non si limita ad una dichiarazione di principi generali ma, se ratificata, rappresenta un vero e proprio vincolo giuridico per gli Stati contraenti che devono uniformare le norme di diritto interno a quelle della Convenzione per far sì che i diritti e le libertà in essa proclamati siano resi effettivi.
La Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia è stata ratificata da 191 Paesi, tra i quali l'Italia con la legge n.176 del 27 maggio 1991.
 
 

Rapporto Supplementare alla Convenzione sui diritti dell'infanzia di Telefono Azzurro

La Convenzione sui diritti dell'infanzia prima che un codice di diritti costituisce un vero e proprio programma che impegna gli Stati a costruire un sistema globale di protezione e sviluppo. Proprio al fine di vigilare sullo stato di attuazione della Convenzione nei paesi che hanno scelto di ratificarla è stato istituito un "Comitato per i diritti dell'infanzia", noto anche come Comitato dei Dieci, che ha l'importante compito di controllare questo processo di cambiamento, sollecitare gli Stati ad illustrare le sytrategie attuate ed i provvedimenti adottati per modificare le proprie leggi nazionali, per formulare politiche adeguate e per attuarle ed ogni cinque anni sottoporre il proprio operato al controllo del comitato stesso.
 
Il Comitato raccoglie, oltre alla documentazione presentata dai governi, anche le osservazioni fornite dalle organizzazioni non governative, che possono presentare rapporti alternativi rispetto a quelli ufficiali. Telefono Azzurro ha presentato il primo rapporto supplementare nel 1995 in concomitanza con il primo rapporto del Governo italiano.
 
Nel gennaio 2003 il governo italiano è stato chiamato a presentare il secondo rapporto ed anche in quest'occasione Telefono Azzurro ha presentato a Ginevra un documento contenente le riflessioni e le sollecitazioni della nostra associazione sullo stato di attuazione nel nostro Paese dei principi della Convenzione di New York del 1989.